Risultato finale. GRILLO-TRASPARENZA: 0-2

Una bella vittoria “fuori casa” per la trasparenza che grazie alle denuncie di questo blog e alla collaborazione di tanti cittadini comuni e qualche “grillino” per bene ha avuto la meglio su dei comportamenti quantomeno “ambigui” rilevati su sito di Grillo.

Nella giornata di oggi entrambi i banner di cui si è parlato in Grillo e la pubblicità ingannevole sul suo sito e Beccato il “Grillo”: ecco come Beppe guadagna sulle donazioni al M5S SONO STATI RIMOSSI!

Annunci
Pubblicato in beppegrillo, click sospetti, m5s, pubblicità ingannevole | Contrassegnato , , , , | 5 commenti

Grillo e la pubblicità ingannevole sul suo sito

AGGIORNAMENTO DEL 12/03/2013 ORE 13.00

RILEVIAMO CON PIACERE CHE A PARTIRE DALLE 11.oo di OGGI IL TOP BANNER DEL BLOG DI GRILLO E’ STATO ASSOCIATO AL PROGRAMMA AFFILIATE DI AMAZON E CHE QUINDI LA PUBBLICITA’ INGANNEVOLE DI CUI SOTTO NON VIENE PIU’ PUBBLICATA.

AGGIORNAMENTO DEL 12/03/2013 ORE 23.00

E’ RITORNATO ADSENSE A ROTAZIONE MA CORRETTAMENTE FILTRATO E SENZA IL BANNER INGANNEVOLE. COMPLIMENTI AL TEAM di BEPPEGRILLO.IT

Avete presente quegli addebiti in bolletta per servizi strani e spesso non consapevolemente attivati dagli utenti di cui si sono spesso occupati Striscia la Notizia e Le Iene?

Potreste mai credere che un tale servizio possa essere pubblicizzato sul blog di Beppe Grillo paladino della difesa del cittadino e nemico giurato della pubblicità ingannevole?

Ecco il sito beppegrillo.it fotografato ieri. Apparentemente nulla di strano.

Cattura13ing

Apparentemente. Guardate però con attenzione  il sondaggio proposto nella parte alta della pagina. Il look&feel ben si mimetizza in quello del sito e il tema è perfettamente attinente e molto interessante per il popolo “grillino”: “CHI è IL VINCITORE MORALE DELLE ELEZIONI 2013?”.

Cattura13ingbis

Tutto bene se non fosse che non si tratta di un normale sondaggio ma bensi di una pubblicità (su cui Grillo guadagna ad ogni click) che induce gli utenti ad abbonarsi ad un servizio di suonerie per il cellulare. Costo della sottoscrizione 5,04€ alla settimana, come è possibile “intravedere” dalla microscopica nota in basso a destra. Nota che peraltro non viene più riportata nella landing page che si raggiunge dopo aver cliccato e nella quale viene richiesto l’inserimento del numero di cellulare.

Cattura14ing

Insomma, tutto si può dire tranne che si tratti di un messaggio pubblicitario trasparente.

Di un tema simile si era già occupato qualcuno lo scorso settembre ( http://www.repubblica.it/politica/2012/09/30/news/maltese_grillo-43575904/) per una pubblicità di Compro Oro che ingannevole non era ma il cui business “si fonda sulla disperazione delle famiglie” come osservato all’epoca.

Siamo certi (e lo diciamo SENZA MALIZIA ed IRONIA) che si tratti di una svista del team web di Grillo che non ha opportunamente filtrato gli annunci provenienti dalla Rete AdSense. Siamo quindi certi che anche grazie a questa segnalazione possano immediatamente rimediare e fare in modo che annunci di questo tipo non appaiano più sul blog di Grillo.

Cattura17

AGGIORNAMENTO 10/03/2013 ore 22.30 – Il banner continua ad apparire

Cattura18

AGGIORNAMENTO 11/03/2013 ore 16.00 – Il banner continua ad apparire

Cattura19

AGGIORNAMENTO 11/03/2013 ore 22.17- Il banner continua ad apparire

Pubblicato in pubblicità ingannevole | Contrassegnato , | 14 commenti

Beppe, i click e le donazioni: le risposte alle obiezioni (comprese quelle arroganti e fuori luogo di alcuni “grillini”)

AGGIORNAMENTO DEL 12/03/2013 ORE 21.49

RILEVIAMO CON PIACERE CHE A PARTIRE DALLE 17.oo di OGGI IL BANNER DEL BLOG DI GRILLO CHE PUNTAVA ALLA PAGINA DELLE DONAZIONE DEL M5S E’ STATO RIMOSSO.

 

Negare che il banner delle donazioni sulla homepage di beppegrillo.it sia una pubblicità è una “mission impossible” che solo pochi impavidi kamikaze potrebbero affrontare.  Eppure di aspiranti kamikaze grillini se ne sono presentati tanti spesso in maniera maleducata e arrogante . Devo invece ringraziare chi (molti altri grillini inclusi) ha provato a controbattere con spirito costruttivo, educazione e competenza.

Di seguito le principali obiezioni raccolte su questo blog e su altri siti che hanno trattato l’argomento e le relative risposte.  E’ abbastanza evidente che alcune più che obiezioni potrebbero essere definiti deliri e/o sproloqui di chi, quello che ho precedentemente scritto, non si è nemmeno degnato di leggerlo.

1) …Idiota. Il banner delle donazioni non è una pubblicità..

Basta provare: installate AdBlock (uno dei principali programmi che bloccano le pubblicità per navigare indisturbati in Rete). Ecco come vedrete la pagina del blog di Grillo.

Cattura15

Tutte le pubblicità sparite!  TUTTE.

Non ancora convinti? Qui di seguito una slide tratta da un intervento all’ultimo convegno “Seminar Performance Marketing” del 5 marzo organizzato da IAB -Internet Advertising Bureau che non è un baluba qualsiasi ma la principale organizzazione mondiale che si occupa di pubblicità sul web.

Cattura16

La home-page di Grillo viene utilizzata come esempio negativo di eccessivo utilizzo di display adavertising evidenziando gli effetti negativi che questo può generare per gli advertiser (quelli che pagano). Sono fascisti-comunisti-montiani-bersaniani-berlusconiani-antigrillini anche quelli di IAB?

2) …Sei un buffone. E’ un link generato da DFP…non è AdSense…

MA DAVVERO???

DFP: Guarda caso già nel primissimo post (Beccato il “Grillo”: ecco come Beppe guadagna sulle donazioni al M5S) ho detto “…esplorando un po’ meglio il blog si scopre che il link alla pagina delle donazioni al M5S, non è un link proprio normale ma bensì un vero e proprio banner GoogleAds gestito da Doubleclick.net… ”.  DFP per chi non lo sapesse (compreso chi l’ha scritto) sta per Doubleclick For Publisher.

AdSense: Di AdSense ne ho parlato nel post successivo (I grillini cliccano, Grillo incassa e il MS5 paga: dubbi? pochi. certezze? molte. risposte? nessuna.) affermandoCome si vede per entrambi il codice cliente ADsense (ovvero il codice univoco associato a colui che incassa le commissioni su traffico) è identico: ca-pub-3438170472170287 e volendo sottolineare il fatto che tutti gli elementi considerati avessero in comune lo stesso “beneficiario”.  Mai ho affermato che si trattasse di un annuncio AdSense e quindi tutte le ulteriori elucubrazioni del genere “non può essere AdSense perchè Google li pubblica a rotazione” o “non può essere AdSense perchè AdSense non supporta quel formato” sono assolutamente vere ma completamente fuori contesto e inutili. O meglio molto utili a distogliere l’attenzione dalla realtà delle cose.

Ora, dire che Beppe Grillo o chi per lui non stia lucrando sul traffico che genera alla pagina donazioni del M5S solo perchè sta utilizzando DFP e non AdSense è la più grossa cretinata che si possa scrivere. DFP è infatti un AdServer e serve proprio per pubblicare pubblicità come spiega la stessa Google.

Cattura20

fonte:http://www.google.com/intl/it_IT/dfp/info/sb/how_it_works.html

Quindi chi usa DFP lo fa per ottimizzare le pubblicità sul proprio sito e/o proprio per ovviare ai limiti di AdSense in termini di dimensioni e rotazione degli annunci (proprio come nel caso del banner donazioni).

Mi sembra quindi abbastanza naturale che se Grillo ne fa un utilizzo diverso sia lui a doverlo dimostrare pubblicando il fantomatico elenco delle spese del movimento che ad oggi continuano essere ferme a “ZERO” nonostante oltre 567.000 Euro di fondi raccolti (http://www.beppegrillo.it/movimento/donazioni/) .

NB. Molti dei kamikaze hanno postato i loro sproloqui su altri siti. Ringrazio tutti coloro che gli hanno controbattuto in maniera puntuale (in particolare Lorenzo D. di Milano per i suoi preziosi contributi).

Pubblicato in click sospetti | Contrassegnato , , , , | 5 commenti

Grillo e i click sulle donazioni. Arriva la risposta (FALSA) di Casaleggio.

AGGIORNAMENTO DEL 12/03/2013 ORE 21.49

RILEVIAMO CON PIACERE CHE A PARTIRE DALLE 17.oo di OGGI IL BANNER DEL BLOG DI GRILLO CHE PUNTAVA ALLA PAGINA DELLE DONAZIONE DEL M5S E’ STATO RIMOSSO.

Da: Casaleggio Associati

Ci hanno segnalato questo articolo che solleva dubbi sulla corretta gestione della raccolta fondi facendo allusioni su una condotta non corretta di Casaleggio Associati. Vi invitiamo a verificare meglio le vostre fonti e consultare persone che sanno qualcosa di web prima di scrivere articoli diffamanti di società e persone.

Tra le varie inesattezze e falsità citate in questo articolo la più grave è la confusione che l’articolista fa tra adsense e doubleclick, il primo un sistema di incasso pubblicitario e il secondo un sistema di gestione di dove e come far apparire immagini o banner nei siti web. Il link citato nell’articolo è del secondo sistema.

Vi invitiamo a rettificare l’articolo e il titolo di questo articolo rimuovendo le illazioni infamanti e facendolo verificare da un esperto del web prima di pubblicare altri articoli sul tema in futuro. Ci riserviamo in ogni caso le opportune azioni a nostra tutela.

Ecco la risposta di Casaleggio Associati. Peccato che è un FALSO. E non ci è voluto molto a scoprirlo.

Il FALSO però sembra se lo siano bevuti alla redazione di WIRED ITALIA, che stamane aveva citato la nostra indagine in un articolo online http://daily.wired.it/news/politica/2013/03/05/movimento-5-stelle-trasparenza-67285.html che però alle 12.59 (guarda caso un oretta dopo che il FALSO messaggio è stato inviato) ha provveduto ad una rettifica affermando:

abbiamo verificato e l’ accusa risulta infondata. Utilizzando infatti un banner Doubleclick che rimanda a una pagina del tuo stesso dominio, l’operazione è gratuita e quindi non viene monetizzata.

Ho ampiamente provato a spiegare che Doubleclick in sè non è prova di monetizzazione ma lo è quando associato ad un programma AdSense o similari. E ho anche dimostrato che lo stesso meccanismo usato per il banner donazioni viene anche utilizzato per la LEGGITTIMA (e non mi stancherò mai di sottolinearlo) pubblicità che Grillo ha su suo sito (si veda https://waltergate.wordpress.com/2013/03/04/grillo-continua-a-incassare-e-i-grillini-ad-ignorare/)

Che dire?

Certo che se Wired si fa imbavagliare da un commento di un FALSO Casaleggio e dallo sbraitare di qualche “grillino” inizio a pensare che ci sia molto di più da preoccuparsi che di qualche click incassato furbescamente.

WW(w)

Pubblicato in click sospetti | Contrassegnato , , , , | 38 commenti

Grillo continua a incassare e i grillini ad ignorare

AGGIORNAMENTO DEL 12/03/2013 ORE 21.49

RILEVIAMO CON PIACERE CHE A PARTIRE DALLE 17.oo di OGGI IL BANNER DEL BLOG DI GRILLO CHE PUNTAVA ALLA PAGINA DELLE DONAZIONE DEL M5S E’ STATO RIMOSSO.

Credo che la homepage del Blog di Grillo di oggi (appena catturata) sia davvero emblematica. Una bella intervista a Richard Stallman ideatore del movimento per il Free Software sovrastata da due belle inserzioni a pagamento con cui Grillo a mio avviso LEGITTIMAMENTE monetizza la sua proprietà intellettuale e ancora più sopra il banner che punta alla pagina delle donazioni al M5S con cui FURBESCAMENTE Grillo monetizza il traffico che genera al M5S.

Catturabg10

Per chi non avesse ancora capito (o voluto capire) nonostante la spiegazione semplificata la differenza è che nei primi due casi a pagare sono due sponsor esterni nel caso del banner invece i soldi ce li mette il MS5.

Nello specifico si può facilmente notare come i tre link siano identici per struttura e tutti riconducibili al programma googleAds/Adsense con cui i gestori di siti web possono ospitare pubblicità sulle loro pagine e monetizzare il taffico che generano.

Cattura11

Inserzione 1) Chi paga è chi riceve il traffico ovvero una società di preventivi fotovoltaici. Chi incassa è Grillo (codice Adsense ca-pub-3438170472170287).
Codice link:

(NOCLICK)http://googleads.g.doubleclick.net/aclk?sa=l&ai=CuKgMCs00UYasBcz1-gbuvoGABritu7ABvJq1_x6EhMqPGxABINCG2iUoAlCU8NviBWD9gpGE6BGgAbrSxe0DyAEBqQJiibS55NK1PqgDAcgDnwSqBI0BT9ClqIoMWUN83gzvvXTDvC89P0Q
6HFXL1EnaGOkCF0xdrtmhiDLc52De9foz4xnr71Ds-rvNmz7KQRJFSzYgr-Rde8jkDr1lxhdUe_UWxymE724GpWx4Pg0xos-Z0KUQJUNvs7j2JlvtgLz6VJeR1rRKY16XnZRU-QmNWr_FUo248KKxC0YEpEx8PtmVgAeurboS&num=1&sig=AOD64_2LgM57R35iaFo9EEJK9WXspTzOQA&client=ca-pub-3438170472170287&adurl=http://www.preventivi-pannellisolari.it%3Fadwords-fotovoltaico-parole-esatte-kw-incentivi%2520pannelli%2520solari%26mkwid%3DcCDvDuxEU%26pcrid%3D8224863764%26kword%3Dincentivi%2520pannelli%2520solari%26match%3D%26plid%3Dwww.beppegrillo.it&nm=30&nx=127&ny=0&mb=2

Cattura11

Inserzione 2) Chi paga è  chi riceve il traffico ovvero Altroconsumo. Chi incassa è Grillo (codice Adsense ca-pub-3438170472170287).
Codice link:

(NOCLICK)http://googleads.g.doubleclick.net/aclk?sa=l&ai=CrXbRCs00UYasBcz1-gbuvoGABoDzjrwDuLDf1j7AjbcBEAIg0IbaJSgCULnS0ZX9_____wFg_YKRhOgRoAGmgNbnA8gBAakCYom0ueTStT6oAwHIA58EqgSNAU_QpcKoDFpDfN4
M7710w7wvPT9EOhxVy9RJ2hjpAhdMXa7ZoYgy3Odg3vX6M-MZ6-9Q7Pq7zZs-ykESRUs2IK_kXXvI5A69ZcYXVHv1FscphO9uBqVseD4NMaLPmdClECVDb7O49iZb7YC8-lSXkda0SmM6rryZVPkJjVq_xVKNuPCisQtGBKRMDlaOnoAHwv-pGA&num=2&sig=AOD64_3JheBXJA7BMZNhxIG26eUfeSxMpg&client=ca-pub-3438170472170287&adurl=http://www.altroconsumo.it/landing/tiatarsu/advkw_cta&nm=22&nx=95&ny=4&mb=2

Catturabg2

Banner Donazioni. Chi paga è  chi riceve il traffico ovvero M5S. Chi incassa è Grillo (codice Adsense ca-pub-3438170472170287).
Codice link:

(NOCLICK)http://googleads.g.doubleclick.net/aclk?sa=L&ai=BqwOhCc00UY_PC4Px-gbS0oDoAair8ZIFAAAAEAEg0IbaJTgAUK-f2Pb5_____wFYgPqlgHFg_YKRhOgRsgESd3d3LmJlcHBlZ3JpbGxvLml0ugEJZ2ZwX2ltYWdlyAEC2gFBaHR0cDovL3d3dy5iZXBwZWdyaWxsby5pdC9pbm
RleF90eHQtdGl0bGUuaHRtbD91dG1fZXhwaWQ9NDQzMDI3LTCpAmKJtLnk0rU-wAIC4AIA6gIQLzIwNDQ1MzAzMi9TdHJpcPgCgdIekAOMBpgDjAaoAwHIA5wE0ASQTuAEAaAGFA&num=0&sig=AOD64_1PDioJQOSwZ1V-mtgMxt6xWdtv9g&client=ca-pub-3438170472170287&adurl=http://www.beppegrillo.it/movimento/donazioni/&nx=234&ny=-11&mb=2

Ciò ribadito, da quando venerdì scorso ho pubblicato il primo post su questo tema ho ricevuto un vasta gamma di messaggi di complimenti:

Bersluconianoarricchito, Bersanianofallito, BruttoFascista, VecchioComunista, GiovaneIngroiano, Radicalefrustrato, Montianotassato, oltre ai classici mxxxa, coxxxxne, baxxxxrdo, etc etc

La cosa non mi sconvolge più di tanto. Diciamo che chi frequenta i forum e le discussioni sa che indipendentemente che si parli di politica, calcio o ricetta della parmigiana, la classica dose di psicopatici, frustrati e invasati tocca sempre e comunque.

Quello che davvero invece mi sconvolge è che, con qualche apprezzabile eccezione di cui di seguito, la STRAGRANDE maggioranza dei grillini non vuole ascoltare. Inneggiano a Internet ma non ne conoscono i meccanismi, professano la trasparenza ma la disprezzano se riguarda Grillo.

La quantità di commenti FARNETICANTI e tutti orientati a ignorare piuttosto che capire è davvero imbarazzante:

Da:

che cosa vuoi che se ne faccia Grillo di 130.000€. Lui se ne guadagna in il doppio in uno show.

Della serie: se il principio è “siccome ne ha tanti perchè dovrebbe rubare” va a finire che tra un po’ scopriamo che Berlusconi è il più onesto.

A:

per me può fare quello che vuole, anche prendere soldi dal M5S, basta che mandi tutti a casa.

Della serie: ho deciso di spegnere il cervello e buttare via la chiave.

Per fortuna come detto ci sono delle valide eccezioni: Grillini che pur riconoscendo fiducia al loro leader vogliono capire.

Perchè CAPIRE non è TRADIRE.

I loro apprezzabilissimi tentativi non sembrano andare a buon fine. So che alcuni stanno ponendo il problema nei Meetup, ma in qualche caso prendono insulti anche loro, in molti altri le stesse risposte che otteniamo noi esterni.

Ecco un tentativo (un po’ folkloristico ma davvero apprezzabile) e relativa UNICA classica risposta.

Cattura12

Pubblicato in click sospetti | Contrassegnato , , , , , | 21 commenti

Grillo e la cresta Web: versione semplificata.

AGGIORNAMENTO DEL 12/03/2013 ORE 21.49

RILEVIAMO CON PIACERE CHE A PARTIRE DALLE 17.oo di OGGI IL BANNER DEL BLOG DI GRILLO CHE PUNTAVA ALLA PAGINA DELLE DONAZIONE DEL M5S E’ STATO RIMOSSO.

L’altra sera sono stato al Palazzetto dello Sport di Modena ad assistere ad un comizio/show di Beppe Grillo. A fine spettacolo delle una gentile hostess assunta dal M5S attraverso un agenzia ci ha indicato una sala laterale dove si potevano fare donazioni per il M5S. In molti ci siamo andati e alcuni hanno fatto alcune donazioni.

Poi tornato a casa ho scoperto che:
1) l’agenzia della hostess guadagna dal M5S 0,20€ per ogni persona che riesce a fare entrare nella sala delle donazioni indipendentemente dal fatto che la donazione venga fatta o meno;
2) l’agenzia a fine giornata retrocede a Grillo 0,10€ per persona.

Mi sono incazzato. E’ l’ho postato su questo Blog.

Personaggi ed interpreti sul web:

  • BepperGrillo è Beppe Grillo
  • Il palazzetto dello sport di Modena è il Blog di Grillo (beppegrillo.it)
  • Il comizio/show sono i post del blog di Grillo
  • La hostess è il banner sulla pagina del Blog di Grillo che porta alla pagina delle donazioni
  • La sala delle donazioni è la pagina delle donazioni (beppegrillo.it/movimento/donazioni/)
  • L’agenzia della hostess è GoogleAds
  • Le donazioni sono le donazioni
  • Il M5S è il M5S
  • Gli sono gli €

WW(w)

IMPORTANTE

Nel post FAQ tutte le risposte alle principali domande sul caso.

Pubblicato in click sospetti | Contrassegnato , , , , , , | 25 commenti

Grillo e il banner per le donazioni: le FAQ

AGGIORNAMENTO DEL 12/03/2013 ORE 21.49

RILEVIAMO CON PIACERE CHE A PARTIRE DALLE 17.oo di OGGI IL BANNER DEL BLOG DI GRILLO CHE PUNTAVA ALLA PAGINA DELLE DONAZIONE DEL M5S E’ STATO RIMOSSO.

Qui le principali risposte alle domande pervenute. Per insulti, minacce e idiozie farò un post a parte.

Ovviamente è in aggiornamento costante.

Esisteranno anche altri banner di questo tipo in rete di cui il movimento paga la pubblicizzazione a Google? Se lo fa con altri perché non lo dovrebbe fare con Grillo?
Immagino esistano altri banner in Rete per generare traffico alle donazioni. Non lo so con certezza ma lo ritengo possibile e ragionevole.
Questo comunque non c’entra nulla il problema qui è che il banner è sul sito di Grillo ed è un banner sul quale Grillo guadagna. Vedi qui.

Ma stiamo parlando di Grillo o della società di Casaleggio? Se Google venisse pagata da Casaleggio e il movimento pagasse Casaleggio per la pubblicizzazione della campagna di raccolta fondi sarebbe sbagliato?

Non sono in grado di sapere se il codice GoogleAds di cui si parla qui sia collegato ad un conto di Grillo o di Casaleggio (che poi rigira a Grillo trattandosi anche di suoi leggittimi introiti). Se il movimento pagasse Casaleggio per la campagna non ci sarebbe nulla di male quello che non torna è che qui c’è qualcuno che sta incassando soldi per spostare traffico da beppegrillo.it a beppegrillo.it/movimento/donazioni/ . E sia esso Casaleggio o Grillo cmq significa che sta incassando impropriamente soldi del Movimento.

E’ lecito ed anche ragionevole pensare che detti link servano per pagare le spese stesse del mantenimento del blog , del logo, del dominio e dozzine di altre cosette che non sto qui a menzionare. Giusto?

No non lo è.

E’ lecito e ragionevole che parte delle donazioni al Movimento vengano utilizzate per le coperture delle spese di cui sopra. Ma quello di cui stiamo parlando è un altra cosa. Qui stiamo parlando di pubblicità pagata dal Movimento a Google che trattiene il 50% e gira il 50% a Grillo.

Come fa il Movimento a pagare se soldi non ne ha?

Di soldi a quanto dice il M5S ne ha raccolti. La cifra aggiornata è qui http://beppegrillo.it/movimento/donazioni

Esisteva la possibilità di utilizzare una diversa tecnica per raccogliere le donazioni utilizzando il blog che non prevedesse questo esborso? E quale?

Certo!. Era sufficiente che il banner sul blog di Grillo fosse un link puro come tutti gli altri link al Movimento presenti sul blog (leggi qui). In questo modo il risultato in termini di traffico alla pagina delle donazioni sarebbe stato identico ma il M5S non avrebbe speso un Euro…. e Grillo non ne avrebbe incassati 130.000€.

Visto che il dominio del movimento è sullo stesso dominio di Grillo non è più probabile che Grillo paga e incassa visto che è lo stesso proprietario?

E’ stata la mia prima ipotesi in assoluto ma mi domando perchè solo sul banner delle donazioni e non sugli altri? e poi sarebbe una stupidità totale perchè dovrebbe cmq lasciare le commissioni a Google (che la charity non la fa) e sarebbero un sacco di soldi (cmq del MS5) sprecati.In sintesi se la tua ipotesi fosse vera il M5S pagherebbe x a GoogleAds e Grillo incasserebbe x-y (dove y è la commissione di GoogleAds) per poi ridare x-y a il M5S.

Sarebbe come chiedere alla SIAE di emettere biglietti per entrare a casa propria e pagarle i diritti ogni volta che si rientra.

Usi troppi tecnicismi puoi essere più chiaro?

Certo. Mi rendo conto che è un discorso non semplice. Ho provato a scriverne una versione semplificata.

E infine…

Come mai sei andato a spulciare così a fondo… forse perché del mestiere? forse perché sei dell’una o dell’altra sponda e a caccia del pelo nell’uovo poiché “hanno” preso uno sganassone elettorale…?

Perchè è il mio lavoro e stavo studiando la pagina di Grillo per inserirci della pubblicità.
Ma adesso chiedo io farebbe differenza se lo avessi fatto perchè sono un Berlusconiano incallito, un Bersaniano incattivito o un Grillino curioso?

WW(w)

Pubblicato in click sospetti | Contrassegnato , , , , , , | 24 commenti